29 aprile 2010

Martha Medeiros - Lentamente muore

Questa poesia la ritengo molto importante, ne riporto un pezzo:


"Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su
bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, quelle che fanno di uno
sbadiglio un sorriso, quelle che fanno battere il cuore davanti
all’errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul
lavoro, chi non rischia la certezza per l’incertezza per inseguire un
sogno, chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai
consigli sensati."


Tra le tante cose, per come la intendo io ora, dobbiamo vivere e sognare senza dover necessariamente etichettare ogni cosa intorno a noi, senza doverci necessariamente vestire di un ruolo in ogni rapporto. Cercare di evitare queste soluzioni comode e semplicistiche, per poter entrare nel flusso vario e intricato della realtà. Con la massima semplicità, in fondo.

Volevo riportarla tutta, e riportarne l'originale, ma internet è intasato di traduzioni incomplete, quindi ho preferito metterci solo il pezzo che mi interessa di più.

Nessun commento:

Posta un commento